SERVE AIUTO

Parla con noi al 800.303.303 e se ti trovi all'estero chiama +39.011.8019.200

Imprese e Start Up

Intesa Sanpaolo con Fondazione Cariplo presenta il circular economy Lab.

Il Gruppo Intesa Sanpaolo e Fondazione Cariplo lanciano a Milano, insieme alla Ellen MacArthur Foundation, il primo laboratorio italiano dedicato all’economia circolare. IL CE LAB sorgerà nell’attuale sede di Cariplo Factory, polo milanese dedicato all’open innovation e alla valorizzazione dei nuovi talenti, per accompagnare la transizione del sistema economico italiano verso l’economia circolare e promuovere l’innovazione sociale e l’impact investing.
A presiedere l’evento Giuseppe Guzzetti, presidente della Fondazione Cariplo, assieme a Dame Ellen Mac Arthur, fondatrice della principale organizzazione che promuove la transizione verso il modello circolare, e Mario Costantini, Direttore Generale Intesa Sanpaolo innovation Center, che ha illustrato il progetto insieme al Consigliere Delegato di Cariplo Factory Carlo Mango.

Fondazione Cariplo sostiene lo sviluppo di un modello di circular economy da anni, con diverse iniziative di sensibilizzazione e formazione: CE LAB, che si ripropone di creare 10000 opportunità di lavoro in 3 anni legate prevalentemente ai nuovi mestieri digitali e ai nuovi scenari occupazionali di cui l’economia circolare rappresenta un pilastro, è la chiusura naturale di questo cerchio. Gli obiettivi sono tre: posizionare il laboratorio quale attore primario della circular economy, generare nuove opportunità di business e creare valore e crescita con iniziative di open innovation.

Per questo Intesa Sanpaolo ha annunciato anche un plafond fino a 5 miliardi di euro per l’economia circolare nel periodo 2018-2021 concedendo le migliori condizioni di accesso al credito per i progetti proposti da aziende di diverse dimensioni. La valutazione del merito delle iniziative spetterà all’Innovation Center, sulla base di criteri di valutazione definiti con la Fondazione Ellen MacArthur.

Nel 1976 Walter Stahel e Genevieve Reday delinearono la visione di un'economia circolare e il suo impatto sulla creazione di posti di lavoro, risparmio di risorse e riduzione dei rifiuti, sebbene sia difficile trovare un ideatore o una data certa per il diffondersi di questo paradigma economico. I maggiori obiettivi dell'economia circolare sono l'estensione della vita dei prodotti, la produzione di beni di lunga durata, le attività di ricondizionamento e la riduzione della produzione di rifiuti.

Per Guzzetti “la circular economy rappresenta una strada obbligata, che poggia su valori condivisi. Fondazione Cariplo ha sviluppato un pensiero e messo in pratica azioni concrete che trovano perfetta sintesi nel laboratorio ospitato dalla Cariplo Factory, il nostro fiore all’occhiello sul fronte dell’innovazione”.

Parole a cui fanno eco quelle di Mario Costantini che evidenzia come la scelta di predisporre un plafond da 5 miliardi “è in linea con gli obiettivi del Gruppo a sostegno delle imprese che investono nella trasformazione verso questo modello rigenerativo, slegando lo sviluppo delle imprese dallo sfruttamento delle risorse naturali esauribili”.

Anche per Dame Ellen MacArthur “sostenere le imprese nuove e in evoluzione per adottare modelli di economia circolare” è essenziale e “l’impegno di Intesa Sanpaolo nello sviluppo di un ecosistema di circular economy”- attraverso queste iniziative - “è un importante contributo alla creazione di un’economia in grado di funzionare nel lungo termine”.