SERVE AIUTO

Parla con noi al 800.303.303 e se ti trovi all'estero chiama +39.011.8019.200

Innovazione digitale e fintech

Primo in Italia, il metrò di Milano è contactless grazie a Intesa Sanpaolo

Intesa Sanpaolo ha sostenuto ATM, l’azienda di trasporto milanese, nell’applicazione del nuovo sistema di pagamento contactless che permette una veloce modalità di accesso alla metropolitana senza dover ricorrere all’acquisto del biglietto cartaceo. “Intesa Sanpaolo ha lo sguardo rivolto all’innovazione e proprio per questo ha supportato ATM con entusiasmo in questo progetto che le permette di competere, per le modalità di acquisto dei biglietti e la user experience, con le più importanti aziende di trasporto pubblico internazionali” afferma Stefano Favale, responsabile della Direzione Global Transaction Banking.

ATM ha dotato tutte le 113 stazioni del metrò di un passaggio dedicato con Pos (Point of Sale), in entrata e in uscita, che consente ai cittadini di avvicinare semplicemente la carta contactless per far scattare il tornello. Per utilizzare il servizio non è necessario registrarsi. E’ possibile accedere anche con lo smartphone e smartwatch sui quali è stata digitalizzata la propria carta di pagamento. Con un’avvertenza: il viaggiatore deve iniziare e terminare sempre con lo stesso supporto (la stessa carta, lo stesso device). In caso di mancato passaggio in uscita viene applicata la tariffa massima prevista in base alla località di ingresso.

E’ un sistema di pagamento estremamente innovativo nel settore dei trasporti, sia in Italia sia all’estero, che viene offerto da primarie società attive in questo campo come le aziende di trasporto di Londra, Mosca, Chicago, Singapore, Vancouver.

Intesa Sanpaolo ha implementato, come Aquirer, in stretta collaborazione con i circuiti internazionali Visa e Mastercard, i regolamenti che permettono la gestione e l’autorizzazione di questa modalità di pagamento. Questo accordo è un ulteriore contributo al raggiungimento di uno dei principali obiettivi del Piano d’impresa 2018-2021, rappresentato dalla trasformazione digitale.