Vai al contenuto principale

Bonus Alberghi e Incentivi fiscali

Con uno stanziamento di 240 mln di euro (60 mln per il 2018, 120 mln per il 2019 e 60 mln per il 2020) il Governo proroga il sostegno alle strutture di ricettività alberghiera e rilancia la competitività del settore turistico.

 

La Legge di Stabilità 2017, infatti, conferma e amplia le agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni di immobili a uso turistico.


Gli alberghi e le strutture ricettive che avvieranno interventi di rinnovamento e ristrutturazione della propria attività potranno continuare a beneficiare del cosiddetto Bonus Alberghi, con alcune importanti novità. L’aliquota dell’agevolazione è più che raddoppiata: passa infatti dal 30% dello scorso anno al 65% dell’importo speso, sino a un massimo di 200 mila euro.

 

La seconda importante novità riguarda la platea dei beneficiari, che viene estesa anche agli agriturismi. Da ultimo, il credito di imposta maturato sarà rimborsabile in 2 quote annuali, a fronte delle 3 precedenti.

Il Bonus Alberghi è affiancato da ulteriori possibilità di usu¬fruire di agevolazioni fiscali:

  • Superammortamento al 140%, confermato e disponibile per investimenti in nuovi beni strumentali materiali e, da quest’anno, anche per i beni immateriali (per le sole aziende che effettuino investimenti ammissibili all’Iperammortamento)
  • Iperammortamento al 250%, introdotto quest’anno e riservato all’acquisto di beni materiali funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale, secondo il modello di Industria 4.0.
     

Hai bisogno di aiuto su
Bonus Alberghi e Incentivi fiscali?