Ho visto che avete ridenominato in “XME Conto Banche Venete” il mio conto Semprepiù pensionati. A parte il nome, cambia qualcosa nelle condizioni economiche?

Il canone, le spese di conto e tutte le altre condizioni relative a incassi e pagamenti restano le stesse. Per gli sconfinamenti in assenza di fido le condizioni vengono allineate a quelle presenti sui conti correnti di Intesa Sanpaolo, come specificato nella lettera: Commissione di Istruttoria Veloce (CIV) azzerata, tasso debitore pari alla soglia usura della categoria Sconfinamento in assenza di fido diminuita di 2 punti percentuali. Cessano tutte le promozioni previste, inclusa la gratuità sul bollo che il suo conto prevedeva a fronte di accredito della pensione. Vengono tuttavia introdotti dei nuovi sconti, propri della gamma di conti Intesa Sanpaolo, che saranno applicati alla somma dei canoni dei servizi collegati al conto.


Ho visto che avete ridenominato il mio conto Veneto Banca in “Conto ordinario Banche Venete”. A parte il nome, cambia qualcosa nelle condizioni economiche?

Le spese di conto a livello annuale e tutte le altre condizioni relative a incassi e pagamenti restano le stesse o in taluni casi vengono migliorate per essere allineate a quelle di Intesa Sanpaolo. Per gli sconfinamenti in assenza di fido le condizioni vengono allineate a quelle presenti sui conti correnti di Intesa Sanpaolo, come specificato nella lettera: Commissione di Istruttoria Veloce (CIV) azzerata, tasso debitore pari alla soglia usura della categoria Sconfinamento in assenza di fido diminuita di 2 punti percentuali.


Ho un libretto di deposito a risparmio. Ho letto che le mie condizioni non cambiano, ma che potrò usufruire di nuovi servizi. Quali sono?

Saranno resi disponibili nuovi servizi di pagamento che - se vorrà - potrà disporre dal suo libretto: bonifici e altri pagamenti, tra i quali gli F23 e gli F24.


Ho visto che avete ridenominato in “XME Conto Banche Venete” il mio conto N’EVO. A parte il nome, cambia qualcosa nelle condizioni economiche?

Il canone, le spese di conto e tutte le altre condizioni relative a incassi e pagamenti restano le stesse. Per gli sconfinamenti in assenza di fido le condizioni vengono allineate a quelle presenti sui conti correnti di Intesa Sanpaolo, come specificato nella lettera: Commissione di Istruttoria Veloce (CIV) azzerata, tasso debitore pari alla soglia usura della categoria Sconfinamento in assenza di fido diminuita di 2 punti percentuali. Cessano tutte le promozioni previste. Vengono tuttavia introdotti dei nuovi sconti, che saranno applicati alla somma dei canoni dei servizi collegati al conto.

Ho una carta di debito / prepagata. Non ho capito se potrò continuare a utilizzarla.

Potrà usare la sua carta fino al 30 marzo, sebbene con le limitazioni di utilizzo descritte nella comunicazione di modifica unilaterale lettera. Le carte prepagate potranno essere ricaricate con bonifico o tramite SISAL. Dopo l’11 dicembre - 27 novembre, per i clienti delle filiali cui è stata comunicata questa data - se vorrà, potrà chiedere di sostituire la sua carta con una carta Intesa Sanpaolo di nuova emissione. Le ricordiamo che già da adesso i prelievi effettuati su qualunque ATM delle banche del Gruppo Intesa Sanpaolo sono diventati gratuiti.


Ho una carta di credito. Perché nella lettera non se ne parla?

In una prima fase, nulla cambia per la sua carta di credito. In seguito, le verranno comunicate le modalità con le quali potrà sostituirla con una carta Intesa Sanpaolo di nuova emissione.

Ho un Deposito titoli. E’ vero che dopo l’integrazione informatica non potrò più acquistare dei nuovi titoli? E che le commissioni cambieranno?

Fino al 7 dicembre - 24 novembre, per i clienti delle filiali cui è stata comunicata questa data - lei potrà continuare a vendere e a comprare con le stesse condizioni di oggi. Dall’11 dicembre - 27 novembre, per i clienti delle filiali cui è stata comunicata questa data - per proseguire con l’operatività completa, sarà necessario sottoscrivere in Filiale il nuovo contratto per la prestazione dei servizi di investimento e il questionario di profilatura. In ogni caso potrà continuare ad effettuare le operazioni in vendita, alle condizioni indicate in dettaglio nella comunicazione. I costi di gestione e amministrazione dei titoli rimangono invariati.

Ho un'apertura di credito in conto corrente di 10.000 euro. Potrò continuare a utilizzarla? A quali condizioni?

Si, per tutta la durata dell’affidamento potrà continuare ad utilizzarla alle medesime condizioni. In più, in caso di eventuale utilizzo oltre fido non sarà più applicata la Commissione di Istruttoria Veloce (CIV).

Quando potrò visualizzare le informazioni sui miei rapporti nell’internet banking Intesa Sanpaolo?

Da lunedì 11 dicembre 2017, al termine delle attività di integrazione informatica, se hai seguito le istruzioni che ti abbiamo inviato nelle settimane precedenti all’11 dicembre e che trovi riassunte nella sezione Guida al Cambiamento di questo sito, troverai nell’internet banking di Intesa Sanpaolo tutti i rapporti che avevi con la tua “vecchia” banca (come indicato nella comunicazione dello scorso settembre “Integrazione in Intesa Sanpaolo dei rapporti provenienti da Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca”). In particolare nella sezione IL MIO PROFILO – I MIEI PRODOTTI potrai visualizzare i prodotti direttamente collegati al nuovo internet banking e condividere il nuovo IBAN del conto con i tuoi contatti.


Ho un contratto di internet banking. Come farò ad utilizzare quello nuovo di Intesa Sanpaolo? Avrò bisogno di una nuova chiavetta?

Da lunedì 11 dicembre 2017 puoi fare il primo accesso alla banca online di Intesa Sanpaolo ( il tuo “nuovo” internet banking) da sito o app. Se non l’hai ancora fatto entra sull’internet banking della tua vecchia banca (Veneto Banca o Banca Popolare di Vicenza) e scarica le istruzioni: con alcune semplici azioni puoi gestire l’accesso con il tuo smartphone. Se ne sei sprovvisto oppure il tuo smartphone non supporta l’app Intesa Sanpaolo Mobile, puoi ritirare in filiale una chiavetta O-Key di plastica.


Con MyKey la persona delegata sul conto corrente può gestire i limiti di operatività di una carta collegata al conto stesso?

No. Questa attività è riservata al titolare della carta. Il delegato, inoltre, non può neanche bloccare la carta né scegliere la modalità di ricezione della rendicontazione (se elettronica o cartacea). Il delegato può soltanto visualizzare i movimenti della carta ma non può consultare i dettagli


Con MyKey posso ricevere e consultare i documenti online relativi al conto di cui sono soltanto delegato?

Sì, se sei delegato su un conto, e puoi ricevere e consultare anche i documenti inviati in formato digitale dalla banca tramite il tuo internet banking, relativi al conto su cui sei delegato.


Con MyKey posso accedere alla banca online e consultare sia i conti di cui sono titolare che quelli su cui sono delegato usando i medesimi codici?

Sì, i codici di accesso alla banca online sono gli stessi sia per operare sui rapporti di cui intestatario che per quelli di cui sei delegato.


Sono cliente di più banche del Gruppo: mi basta un solo contratto My Key per gestire tutti i rapporti o ne devo fare uno per ogni banca?

Ti basta sottoscrivere un unico contratto My-Key per gestire dalla banca online tutti rapporti con tutte le banche del Gruppo.


Posso attivare O-Key Smart senza sottoscrivere il contratto My Key?

No, per attivare O-Key Smart è necessario sottoscrivere il contratto My Key.


Ho sottoscritto il contratto My Key e ho attivato O-Key Smart: fino a quando posso ancora utilizzare la vecchia O-Key di plastica?

Dal momento dell’attivazione di O-Key Smart la vecchia chiavetta di plastica O-Key non è più utilizzabile.


Perché l’accesso alla banca online con O-Key Smart è più sicuro rispetto all’uso della chiavetta di plastica?

L’accesso con O-Key Smart risponde ai più elevati standard di sicurezza. O-Key Smart, inoltre, prevede che il codice O-Key sia generato in automatico dalla app, senza digitazione manuale del codice O-Key. Questa caratteristica rende il sistema più sicuro.


Perché su alcuni smartphone (es. Galaxy S5) dotati di riconoscimento con impronta digitale appare comunque la richiesta di inserimento del PIN invece dell’impronta digitale?

Alcuni smartphone Android hanno dei sensori di impronta digitale non di recente generazione. Pertanto su questi smartphone puoi utilizzare l’impronta digitale per compiere alcune operazioni relative al funzionamento del dispositivo (ad es. lo sblocco dello schermo) ma non puoi usarla per autorizzare operazioni con l’app Intesa Sanpaolo Mobile.


Come posso confermare un acquisto online con carta di credito dopo aver attivato O-Key Smart?

Ti basta aprire la notifica push che ricevi sul tuo smartphone e digitare il PIN o inserire l’impronta digitale (se il tuo smartphone supporta questa funzione).


In caso di furto del telefono, se è attiva l’opzione «Ricordati di me», chi ha rubato il telefono può fare operazioni dalla banca online?

No, perché per accedere ai servizi e operare sulla banca online è sempre necessario confermare la notifica digitando il PIN (o usando l’impronta digitale sugli smartphone abilitati). In caso di furto/smarrimento del tuo smartphone blocca comunque subito la tua SIM. Non appena sarà riattivata sul nuovo smartphone, potrai scaricare nuovamente l’app Intesa Sanpaolo Mobile e seguire le istruzioni per riattivare O-Key Smart.


Dal momento che per attivare o-Key Smart è richiesta la certificazione del numero di cellulare, in caso di conto cointestato solo uno dei due può accedere alla banca online?

No, ciascuno dei cointestatari di un conto può accedere alla banca online sottoscrivendo il contratto My-Key al quale sarà e collegato il conto stesso. Durante la sottoscrizione ognuno deve indicare il proprio numero di cellulare da certificare.


Da app, utilizzando gli stessi codici, possono gestire più conti intestati a persone diverse?

Dalla banca online (sito e app) puoi accedere a tutti i conti intestati o cointestati a te, o su cui sei delegato.


Ho attivato O-Key Smart. Posso ugualmente autorizzare le operazioni nel caso in cui il mio smartphone non sia connesso ad una rete dati?

Sì, puoi generare il codice O-Key anche manualmente. Ti basta aprire l’app Intesa Sanpaolo Mobile, scegliere «Genera codice O-Key» e utilizzare inserire nei campi dedicati il codice che visualizzi per autorizzare l’operazione.


Come faccio a cambiare il PIN dall’app Intesa Sanpaolo Mobile?

Nella sezione IMPOSTAZIONI - IL MIO PROFILO trovi la voce PIN. Scegli il simbolo della matita e procedi con la modifica del PIN.


Se scelgo uno dei contatti dalla mia rubrica sull’app posso certificarlo: a cosa serve questa funzione?

Se certifichi un contatto puoi fare pagamenti a suo favore, entro i limiti di importo che hai scelto, senza inserire il codice O-Key. Puoi individuare subito i contatti che hai certificato grazie al simbolo della coccarda che trovi accanto a ciascuno.


A che cosa serve la funzione SCANSIONA che trovo sull’app?

Con SCANSIONA puoi pagare il tuo bollettino, l’F24 o il MAV/RAV in pochi passi. Inquadra con lo smartphone il documento facendo in modo che sia il più vicino possibile al bordo del riquadro guida presente sullo schermo e scatta la foto (in alternativa, inquadra il codice a barre sul documento). Utilizza la funzione Scansione , aspetta che il documento sia acquisito dalla app, verifica che le informazioni siano corrette, completa quelle eventualmente mancanti e conferma.


Come funziona il blocco delle carte da app? E come si fa per riattivarle? Ha un costo?

Accedi all’app con i tuoi codici oppure direttamente alla sezione BLOCCA CARTE che trovi nella pagina di benvenuto dell’app. Ti basta scegliere la carta di tuo interesse e richiedere, utilizzando le apposite opzioni, il blocco (con la possibilità di chiedere la contestuale riemissione di una nuova carta), lo sblocco o la sospensione (blocco temporaneo).


Posso rendere ricorrente un’operazione fatta dall’internet banking?

Sì, puoi rendere ricorrente un bonifico, un bonifico estero o un giroconto. Dal menu Operazioni entra nella sezione OPERAZIONI RICORRENTI E PIANIFICATE e scegli «Aggiungi»; imposta i dati dell’operazione, decidi la ricorrenza, la data di inizio e di fine dei pagamenti. L’operazione verrà eseguita automaticamente secondo le tue indicazioni senza che tu debba confermarla con il codice O-Key.


Come attivo le notifiche push sul mio smartphone per utilizzare O-Key Smart?

Entra nella sezione IMPOSTAZIONI – NOTIFICHE dell’app Intesa Sanpaolo Mobile, attiva la funzione di ricezione e conferma. Controlla di avere autorizzato la ricezione delle notifiche anche sul sistema operativo del tuo smartphone: ti basta entrare nelle impostazioni e attivarla per l’app Intesa Sanpaolo Mobile.


Nell’internet banking non riesco a visualizzare i miei Piani di Accumulo (PAC): dove si trovano?

Puoi consultare i tuoi PAC nella sezione PIANI DI RISPARMIO del menù principale.


Dove trovo i documenti sui pagamenti e sui miei prodotti precedenti alla migrazione informatica in Intesa Sanpaolo?

Puoi continuare a consultare l’archivio dei documenti sui siti delle ex Banche Venete. Stiamo lavorando per integrare questi documenti nel sito Intesa Sanpaolo. Ti invitiamo comunque a salvare sul tuo computer quelli di cui desideri tenere copia.


Quando accedo all’app Intesa Sanpaolo Mobile, dove trovo PAyGO? Devo autenticarmi prima di utilizzarlo?

PAyGO è subito disponibile nella pagina di benvenuto dell’app Intesa Sanpaolo Mobile, lo trovi nel primo box a sinistra e per accedere al servizio non hai bisogno di inserire i codici della banca online. Per effettuare un pagamento con PayGo dovrai inserire il Mobile PIN che hai scelto in fase di attivazione.


Quanto devono essere vicini fra loro POS e smartphone per far funzionare PAyGO?

Gli standard NFC internazionali permettono di fare una transazione avvicinando lo smartphone al POS ad un massimo di 4 cm.


Posso scegliere la carta su cui addebitare i pagamenti fatti con PAyGO o il sistema usa in automatico l’ultima carta con cui ho pagato?

Se scegli di pagare con PayGo semplicemente avvicinando il tuo smartphone al POS, la transazione viene fatta con l’ultima carta che hai usato per pagare. Se invece vuoi utilizzare un’altra carta, prima di avvicinare il tuo smartphone al POS ti basta aprire l’app Intesa Sanpaolo Mobile, selezionare PAyGO nella pagina di benvenuto e scegliere la carta che desideri utilizzare per il pagamento.


Posso scegliere la carta su cui addebitare i pagamenti fatti con PAyGO o il sistema usa in automatico l’ultima carta con cui ho pagato?

Se scegli di pagare con PayGo semplicemente avvicinando il tuo smartphone al POS, la transazione viene fatta con l’ultima carta che hai usato per pagare. Se invece vuoi utilizzare un’altra carta, prima di avvicinare il tuo smartphone al POS ti basta aprire l’app Intesa Sanpaolo Mobile, selezionare PAyGO nella pagina di benvenuto e scegliere la carta che desideri utilizzare per il pagamento.


Visto che PAyGO è collegato alla carta, sopra i 25 euro di spesa devo confermare il pagamento con il PIN della carta che sto usando?

No, per confermare i pagamenti effettuati con PAYGO devi digitare il PIN PAYGO di 5 cifre che hai creato quando hai attivato il servizio. Questo PIN è valido per tutte le carte che hai associato al servizio. In questo modo non devi ricordarti i codici delle diverse carte: ti basta ricordare solo il PIN PAyGO.


Per fare pagamenti con PAyGO sotto i 25 euro di spesa non è richiesto alcun PIN o impronta digitale, è corretto?

Sì, sotto questa soglia non devi confermare il pagamento con il PIN o con l’impronta digitale. Se lo desideri, puoi però scegliere di utilizzarli sempre per confermare i tuoi pagamenti; ti basta abilitare l’opzione «Richiedi PIN PAyGO sempre» nella sezione Impostazioni - PAyGO dell’app Intesa Sanpaolo Mobile.


Con PayGo posso pagare ovunque o devo trovare un esercente con POS abilitato?

Con PAyGO puoi pagare in tutti i punti vendita dotati di un POS contactless, cioè un POS abilitato a ricevere pagamenti con il semplice avvicinamento del tuo smartphone.


Se il destinatario di un pagamento fatto con Jiffy Pay non ha attivato il servizio, come fa a ricevere i soldi ? E in quanto tempo li riceve? Posso sapere prima se una persona ha attivato il servizio?

Il beneficiario ha 15 giorni di tempo per attivare JiffyPay con la propria banca; dopo averlo fatto, riceverà in modo automatico l’importo inviato. Se il beneficiario non attiva il servizio entro il termine indicato, l’importo non viene trasferito. Nella rubrica dell’app Intesa Sanpaolo Mobile riconosci ciascun contatto che ha attivato il servizio dall’icona «Jiffy».


Quali sono i limiti massimi previsti per il prelievo cardless?

Il limite giornaliero è di 3.000,00 euro, mentre quello mensile è di 5.000,00 euro.


XME Salvadanaio è disponibile solo per i titolari di XME Conto?

No, XME Salvadanaio è disponibile anche per le altre tipologia di conto.


E’ possibile gestire XME Salvadanaio attraverso l’app Intesa Sanpaolo Mobile?

Sì, puoi monitorare l’importo e i movimenti effettuati da e verso XME Salvadanaio e contribuire ai tuoi obiettivi. Se hai impostato XME Salvadanaio tra le la funzioni veloci, puoi accedere anche dalla pagina di benvenuto dell’app.

Nella comunicazione che ho ricevuto non si parla né del mio mutuo, né del “Conto deposito” che ho presso di voi. Continuerò ad avere le stesse condizioni economiche?

Si, le condizioni economiche di questi prodotti rimangono le stesse


Sono un dipendente dell’Azienda ospedaliera locale. Le condizioni agevolate riservate per convenzione a noi dipendenti restano invariate?

Per i conti e gli altri rapporti in essere vengono conservate le agevolazioni attuali. A partire dall’11 dicembre - 27 novembre, per i clienti delle filiali cui è stata comunicata questa data - tali convenzioni non saranno più disponibili per i conti di nuova accensione.


Se volessi non accettare le modifiche propostemi per uno o più dei contratti/rapporti in essere, posso rifiutarle?

Può rifiutare le modifiche e recedere dal contratto senza spese ottenendo l’applicazione delle condizioni precedenti, comunicandocelo entro il 28 febbraio 2018. Nel mese di dicembre riceverà un documento di sintesi “straordinario” con il dettaglio di tutte le condizioni applicate, con le eventuali nuove denominazioni.