SERVE AIUTO

Parla con noi al 800.303.303 e se ti trovi all'estero chiama +39.011.8019.200

Innovazione digitale e fintech

Intesa Sanpaolo apre a Torino un nuovo hub per l’innovazione

Favorire lo sviluppo di un ecosistema rilevante a livello globale per l’innovazione a Torino: è questo l’obiettivo del protocollo d’intesa sottoscritto da Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT e Intesa Sanpaolo Innovation Center (società del Gruppo Intesa Sanpaolo). Le due Fondazioni torinesi e la prima Banca del Paese uniranno così le rispettive competenze, idee e tecnologie, per offrire nuove opportunità agli imprenditori con una serie di iniziative tra il 2019 e il 2021.

Scopo della partnership è attrarre startup innovative e investimenti in startup e in fondi Tech, attivi negli ambiti dell’intelligenza artificiale e della blockchain. Si definiranno inoltre le modalità di partecipazione congiunta alle iniziative per gli investimenti in fondi specializzati, con programmi di accelerazione che intendono entrare in mercati e settori chiave come la circular economy e la data-driven economy.

“Un accordo tra Compagnia San Paolo, Fondazione Crt e Intesa Sanpaolo Innovation center”

Nella partnership verranno valorizzati gli spazi comuni per l’innovazione: le Officine Grandi Riparazioni (OGR) di Torino, storico edificio trasformato da Fondazione CRT in centro d’eccellenza per la cultura contemporanea e l’innovazione; la “finanza venture capital”, Neva Finventure - il Corporate Venture Capital che fa capo a Intesa Sanpaolo Innovation Center - e le competenze per accompagnare l’innovazione di LIFTT, ascensore hi-tech nato dall’alleanza tra Politecnico di Torino e Compagnia di San Paolo per avvicinare le opportunità di investimento ai risultati della ricerca.

Grazie a questa partnership strategica, operatori attivi a livello internazionale per l’accelerazione d’impresa, startup e scaleup, contribuiranno allo sviluppo di un hub per l’innovazione, unico in Italia e competitivo con quelli delle città europee più innovative, collocato nei nuovi spazi delle OGR. “La partnership vuole creare un hub internazionale per sostenere il riassetto hi-tech di Torino. Grazie al lavoro in sinergia coi partner porteremo avanti azioni di tipo strutturale che ci consentano di recuperare il gap innovativo accumulato negli anni con gli altri Paesi”, ha commentato Francesco Profumo, presidente della Compagnia di San Paolo.

Per Carlo Messina, CEO di Intesa Sanpaolo, “il nostro impegno per favorire un ecosistema innovativo è un elemento fondamentale per la crescita e il sostegno all'economia del Paese, e l’innovazione è sempre più centrale per lo sviluppo delle imprese italiane. I Paesi che la hanno come focus evidenziano infatti una maggiore crescita del Pil. Questo memorandum ha il duplice obiettivo di far diventare Torino un polo internazionale dell’Innovazione e fungere da stimolo per una nuova economia del Paese, favorendo l'incontro tra università e imprese, giovani einvestitori”.
 

“L’iniziativa punta a generare un forte impatto in termini di crescita e sviluppo per la città e per le comunità internazionali che si connetteranno a Torino presso le OGR, uno dei maggiori investimenti di venture philanthropy realizzati in Europa. L’accordo mira a favorire lo sviluppo di progetti imprenditoriali innovativi e in grado di supportare la crescita del Paese”, ha dichiarato, infine, il Segretario Generale della Fondazione CRT Massimo Lapucci.