SERVE AIUTO

Parla con noi al 800.303.303 e se ti trovi all'estero chiama +39.011.8019.200

Innovazione digitale e fintech

Intesa Sanpaolo apre "Area X" a Torino

Per diffondere cultura assicurativa

Intesa Sanpaolo Assicura, la Compagnia di Assicurazioni del Gruppo Intesa Sanpaolo attiva nel settore Danni, ha inaugurato a Torino Area X, uno spazio aperto al pubblico nella sede di via San Francesco d'Assisi, nel quale si propone di diffondere con formule originali una cultura assicurativa.

Grazie alle tecnologie della realtà virtuale i visitatori sono infatti invitati a vivere in modo interattivo, appassionante e divertente esperienze di situazioni della vita di tutti i giorni (in casa e fuori casa, in viaggio, in città e in mille altre circostanze, attraverso scenari diversi, influenzati dalle scelte compiute) per imparare a rendersi conto dei possibili rischi e imprevisti, dei conseguenti bisogni di tutela e protezione per sé, per la famiglia e i propri beni, e dell'importanza di scelte consapevoli per rispondere alle esigenze di protezione. Il tutto insieme a narrazioni che aiutano ad accrescere la cultura della protezione.

”Si rafforza l’impegno di Intesa Sanpaolo nell’attività assicurativa e
nello sviluppo a Torino di un polo di eccellenza del settore”


Nel panel dedicato all’equity crowdfunding Mario Costantini, CEO di Neva Finventures (Corporate Venture Capital che fa capo a Intesa Sanpaolo Innovation Center), ha chiarito che Neva ha completato la prima fase del suo percorso “mirato ad investire un primo capitale di circa 30 milioni. Ne abbiamo fatti 9, di cui 7 diretti e 2 in fondi strumentali deliberandone di nuovi e ragionando su altri. Tra questi anche l’operazione realizzata alle OGR con Techstars, fondo che consentirà di selezionare startup di qualità su cui investire- in grado di essere protagoniste del mercato e creare occupazione in 5/10 anni -, per farle crescere in connessione con i player della mobilità di oggi e domani”. Per Costantini le “storie” delle startup “nascono da un primo incontro con gli investitori, e avere i feedback corretti da interlocutori affidabili nella fase di lancio è fondamentale”. Guido De Vecchi - direttore generale dell’Intesa Sanpaolo Innovation Center - nell’incontro dedicato alla Smart Mobility ha ricordato come la Banca “vuole diventare un motore di crescita e contribuire allo sviluppo dell’innovazione”. Fabio Matti - global head of Industrials di Intesa Sanpaolo - ha poi sottolineato come “i profitti attesi con lo sviluppo della smart mobility per le grandi case automobilistiche sono estremamente elevati e arrivano, principalmente, da servizi e prodotti non tradizionali (che richiedono ingenti investimenti). Questo porta i costruttori porta a posizionarsi in un ecosistema di collaborazioni fluide, come accordi e joint venture con operatori tradizionali e partner del mondo tecnologico”.

Nel comparto assicurativo Intesa Sanpaolo ha obiettivi ambiziosi. Attraverso la Divisione Insurance, guidata da Nicola Maria Fioravanti, è già leader in Italia nel ramo Vita e punta ad esserlo anche nel ramo Danni (non RC-auto), dove la sua penetrazione nel mercato è in costante crescita. Nel primo semestre 2019 il comparto ha registrato un utile netto di 335 milioni di euro, contribuendo per circa il 10% al risultato corrente lordo del Gruppo.