SERVE AIUTO

Parla con noi al 800.303.303 e se ti trovi all'estero chiama +39.011.8019.200

Mondo Intesa Sanpaolo

A Intesa Sanpaolo la certificazione internazionale per la prevenzione e il contrasto alla corruzione

Intesa Sanpaolo ha ricevuto, tra le prime banche in Europa, il certificato di conformità del suo sistema di gestione anticorruzione agli standard internazionali della normativa ISO 37001. La certificazione riguarda tutte le operazioni e i servizi bancari e finanziari e ogni altra operazione connessa all’attività istituzionale della Banca.

 

La norma ISO 37001 costituisce uno standard internazionale di riferimento per le organizzazioni rispetto alla prevenzione del fenomeno corruttivo e costituisce uno strumento operativo che si aggiunge alle misure in materia di anticorruzione già previste, a livello normativo, dai singoli Paesi.

TRA LE PRIME BANCHE IN EUROPA A OTTENERE IL CERTIFICATO ISO 37001 GRAZIE A UN ARTICOLATO
SISTEMA DI PRESIDIO DEI RISCHI E DI MISURE ANTICORRUZIONE

Il Chief Compliance Officer di Intesa Sanpaolo, Piero Boccassino – che assicura, tramite la Direzione Centrale Antiriciclaggio, il presidio del rischio di corruzione - ha commentato: “Come Banca dobbiamo fare tutto ciò che è in nostro potere per prevenire e contrastare i fenomeni che rappresentano una grave minaccia per la legalità, tra cui la corruzione. In linea con le best practice internazionali e ispirandosi al proprio Codice Etico, la Banca ha formulato precise misure anticorruzione attraverso un sistema articolato di presidio dei rischi diffuso su tutte le strutture aziendali, che è stato pienamente riconosciuto dall’Ente certificatore.”

 

Il Gruppo Intesa Sanpaolo ha sempre ispirato la propria azione a rigorosi criteri di legalità e di correttezza, impegnandosi a contrastare la corruzione in ogni sua forma secondo un principio di “Tolleranza Zero”. Nel 2017 inoltre il Consiglio di Amministrazione ha approvato delle specifiche Linee Guida Anticorruzione di Gruppo, con ciò rafforzando ulteriormente il quadro normativo interno già caratterizzato dalla presenza del Codice Etico, del Codice Interno di Comportamento di Gruppo e, per le società italiane del Gruppo, del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo adottato in conformità alla legge sulla disciplina della responsabilità amministrativa delle società.

Articoli correlati