Vai al contenuto principale

Emergenza terremoto nel Centro Italia

Una raccolta fondi dedicata; 250 milioni di euro stanziati per il ripristino delle strutture; operatività delle filiali danneggiate garantita; agevolazioni su mutui e prestiti per imprese, piccoli artigiani, commercianti e famiglie. Il Gruppo Intesa Sanpaolo si è subito attivato per sostenere le popolazioni del Centro Italia duramente colpite dal terremoto del 24 agosto 2016 con una serie di provvedimenti a favore di famiglie e aziende delle Province di Rieti, Ascoli Piceno, Perugia, Macerata e Fermo.

 

Anche tu puoi dare il tuo contributo con un bonifico a favore di queste tre iniziative: 

  • «Un aiuto subito - Terremoto Centro Italia 6.0». L'IBAN da utilizzare per le donazioni dall'Italia è: IT17 E033 5901 6001 0000 0145 551. Il codice «grande beneficiario» è 9707. Per le donazioni dall'estero l'IBAN è: IT17 E033 5901 6001 0000 0145 551 BIC BCITITMX.

  • «A.N.P.AS. - Associazione Nazionale Pubbliche  Assistenze  - Terremoto Italia Centrale”. L'IBAN da utilizzare per le donazioni dall'Italia è: IT40 D033 5901 6001 0000 0145 550. Il codice «grande beneficiario» è 9708. Per le donazioni dall'estero l'IBAN è: IT40 D033 5901 6001 0000 0145 550 BIC: BCITITMX.

  •  «Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani -  ACLI». L'IBAN da utilizzare per le donazioni dall'Italia è: IT91 F033 5901 6001 0000 0145 552. Il codice «grande beneficiario» è 9709. Per le donazioni dall'estero l'IBAN è: IT91 F033 5901 6001 0000 0145 552 BIC: BCITITMX.

 

Il codice «grande beneficiario» ti permette di semplificare l'operazione: inserisci l'importo e le cifre 9707, 9708 o 9709 nel campo beneficiario e tutte le altre informazioni saranno compilate in automatico.    

                                                          

I 250 milioni stanziati da Intesa Sanpaolo serviranno a fornire un aiuto immediato per la ricostruzione di abitazioni, negozi, uffici, laboratori artigianali, aziende danneggiati dal sisma. L’operatività delle filiali danneggiate è garantita da presidi temporanei mobili e dall’attività delle filiali più vicine.

 

Sono previste inoltre condizioni agevolate per mutui e prestiti e altre misure a sostegno della popolazione, come la sospensione dei pagamenti dei finanziamenti in essere e l’esenzione delle commissioni per i prelievi alle casse veloci automatiche.

 

«In questo momento di emergenza e di sofferenza – dichiara Stefano Barrese, responsabile Divisione Banca dei Territori Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo – intendiamo rispondere in modo tempestivo all’appello del Capo dello Stato, attivando ogni mezzo a nostra disposizione per essere vicini e per sostenere le famiglie, gli imprenditori, tutta la cittadinanza del territorio così duramente colpito dall’evento sismico. Stiamo attivando interventi concreti e immediati, per fare la nostra parte, per quanto possibile, e contribuire al superamento di questo momento di difficoltà. Il sisma ha colpito anche alcune nostre filiali, è stato quindi indispensabile realizzare un piano di emergenza per garantire la migliore operatività bancaria in un contesto così complesso.»

 

Per ogni altra informazione chiedi alla tua filiale.

 

 

 

 

Hai bisogno di aiuto su
Emergenza terremoto nel Centro Italia?