Vai al contenuto principale

Life Science

Le novità più interessanti nel settore salute approdano al London Hub dell'Innovation Center: scopri le 10 migliori startup innovative.

Nuove frontiere della tecnologia in campo medico

Qual è lo stato dell'arte dell'innovazione tecnologica nel settore salute? Quali sono le startup più interessanti in questo panorama? Lo abbiamo scoperto giovedì 21 settembre 2017 all'evento StartUP Initiative Life Science che si è tenuto presso il London Hub dell'Innovation Center.

L'evento è stato inaugurato da Marco Longo, Head of London Hub, che ha presentato i partner dell'iniziativa: CBI, la business organisation inglese, l'Innovation Trade Agency, Federchimica e Assobiomedica.

Riccardo Palmisano, CEO Molmed e Presidente Assobiotec, ha tenuto lo speech di introduzione in cui ha sottolineato l'importanza dell'Open Innovation in questo settore. All'incontro ha inoltre partecipato Eugenio Aringhieri, CEO Dompè, una delle più importanti imprese di biomedicali italiane impegnata nella ricerca e nello sviluppo di soluzioni per il trattamento terapico di malattie rare.

L'evento era stato preceduto mercoledì 20 da un appuntamento di networking che si è tenuto presso l'Ambasciata italiana: Pasquale Q. Terracciano, Ambasciatore d'Italia nel Regno Unito, Marco Longo e Benedetto della Vedova, Sottosegretario agli Esteri, hanno creato un'occasione di incontro tra istituzioni, ambasciatori, stakeholder e investitori per candidare l'Italia ad ospitare la sede della European Medicines Agency.

 

StartUP Initiative - L'Arena meeting

A conferma dell’approccio strategico proposto dal Gruppo nel suo ruolo di riferimento nell’ecosistema di incubatori, acceleratori, università e centri ricerca, l'Arena meeting ha portato dieci startup a condurre un pitch di fronte a investitori, business angel e rappresentanti delle principali imprese internazionali del settore.

L'Innovation Center prosegue così nel proprio impegno verso l’individuazione delle migliori realtà della nuova imprenditoria e favorisce la diffusione di una cultura dell’innovazione attraverso il paradigma dell’open innovation.

Al termine dei pitch le startup hanno poi avuto l’opportunità di dialogare direttamente con la platea tramite incontri one to one con finalità di match-making.

Le startup coinvolte

Amiko

Una tecnologia basata su un ecosistema di dispositivi collegati tra loro, che permette di somministrare medicinali ai pazienti e raccogliere dati da medici, infermieri e pazienti e creare analisi sui big data.

Atlas

Una sostanza che consente di diminuire la capacità di riproduzione e trasferimento di virus alle zanzare. Un biocida che permetterà di ridurre l'impatto delle malattie senza condizionare il virus, ma attaccando il vettore.

BrainDTech

Un nuovo approccio alla diagnosi di malattie cerebrali che ne permette l'individuazione prima che compaiano i sintomi clinici. La diagnosi precoce avviene grazie a una biopsia dei liquidi prima che i danni cellulari si manifestino.

Cellply

Una nuova tecnologia per il trattamento del cancro che permette di monitorare la risposta del sistema immunitario alla cura. L'analisi avviene tramite una piattaforma che analizza le cellule in modo non invasivo.

Chemicare

Medicinali che consentono il trattamento di malattie genetiche rare correlate all'assunzione di calcio da parte del paziente. I trattamenti in fase di sviluppo hanno l'obiettivo di bilanciare la quantità di calcio.

ComfTech

Una tecnologia di sensori tessili wireless per monitorare i neonati nelle fasi di veglia e riposo. Una tecnologia non invasiva che raccoglie i dati dei pazienti anche per periodi di tempo prolungati.

KronosDNA

Un’azienda impegnata nel campo della sanità materna che sta sviluppando nuovi strumenti diagnostici hi-tech per supportare medici e gestanti.

Muhdo

Una startup impegnata nella ricerca e sviluppo di nuove frontiere medicali che comprendano l'analisi del DNA. Al momento è focalizzata nella fase di raccolta e combinazione di dati genetici con informazioni sullo stile di vita.

Plasfer

Una nuova soluzione per il trattamento delle malattie, che utilizza iniezioni biomediche per scopi terapeutici. Al momento è in fase di sviluppo un macchinario per creare farmaci a base di acido ribonucleico.

Silk Biomaterial

Un’azienda impegnata nella ricerca per la creazione di una piattaforma destinata al mercato della medicina rigenerativa dei tessuti. Grazie all'uso di proprietà biomimetiche e meccaniche della seta permette di innestare il tessuto nei pazienti.

Tutti gli argomenti

ARGOMENTO

 

Life Science
 

Decoded Fashion
 

BioCircular
 

Industry 4.0
 

Circular Food

CITTÀ

 

Londra
 

New York
 

Milano
 

Milano
 

Londra

DATA

 

21 settembre
 

1-3 novembre
 

22 novembre
 

23 novembre
 

24 novembre

Hai bisogno di aiuto su
StartUP Initiative Life Science?