Vai al contenuto principale

Offerta Superbonus 110%, Ecobonus e altri bonus fiscali "edilizi"

Intesa Sanpaolo supporta Privati, Condomìni, Enti del terzo settore, IACP e Cooperative edilizie di abitazione a proprietà indivisa nell’esecuzione degli interventi di riqualificazione collegati alle agevolazioni previste in tema di Superbonus 110% e non solo.

Intesa Sanpaolo ti propone due soluzioni modulabili in base alle tue esigenze per cedere alla banca il credito d’imposta, fornendoti anche, se necessario, la liquidità per l’esecuzione dei lavori di riqualificazione collegati non soltanto all'agevolazione Superbonus 110%, ma anche agli altri bonus fiscali "edilizi" che beneficiano di agevolazioni inferiori come Ecobonus, Sismabonus, recupero o restauro delle facciate.

 

Le soluzioni proposte:

Cessione del credito
d’imposta maturato

Per ricevere liquidità, a seguito del completamento dei
lavori e del passaggio del credito nel cassetto fiscale della banca, a un costo certo per tutta la durata dei lavori

Finanziamento a stato avanzamento lavori (SAL) + Cessione del credito di imposta maturato

Le somme che ti servono per avviare e completare gli interventi in base all’avanzamento del progetto

A chi si rivolge?

Possono usufruire dell’offerta di Intesa Sanpaolo:

  • Persone fisiche (per lavori su singole unità immobiliari non adibite ad attività d'impresa, arte o professione, nel
    massimo di due per singolo proprietario)
  • Condomìni (per lavori sulle superfici comuni come la realizzazione del cappotto termico, l’installazione d’impianti fotovoltaici o la sostituzione della caldaia)
  • Istituti autonomi case popolari (IACP)

  • Cooperative edilizie di abitazione a proprietà indivisa
  • Enti del terzo settore iscritti nei pubblici registri (ONLUS, Organizzazioni di volontariato, APS)
  • Associazioni e società sportive dilettantistiche (per lavori su immobili adibiti a spogliatoi)

Quali sono i punti di forza?

Grazie alle soluzioni di Intesa Sanpaolo, se hai in programma interventi che ti consentono
di beneficiare di un credito d'imposta:

Con la cessione del Credito di imposta

non devi attendere il recupero delle tue detrazioni fiscali tramite le quote annuali previste dalla normativa e sai subito quanto ti sarà liquidato

Con il Finanziamento a SAL

hai tutto il supporto finanziario che ti serve, dall'avvio alla conclusione dei lavori, da rimborsare in tutto o in parte mediante la cessione del credito d'imposta, con il contratto pro soluto sottoscritto con la banca

Per usufruire delle agevolazioni fiscali e successivamente poter cedere alla banca il credito d’imposta maturato, dovranno essere inoltre completate, per le diverse tipologie di intervento, le attività amministrative previste dalla legge.

La Banca ha stipulato con Deloitte un accordo che ti consente di fruire gratuitamente del servizio di assistenza e supporto nella raccolta e verifica della documentazione svolto da società del loro Network.
Il Servizio è facoltativo ed è finalizzato a supportarti nella raccolta e verifica della documentazione, ad ottenere il rilascio - ove previsto - del visto di conformità ed a trasferire alla banca il credito fiscale maturato.

Le caratteristiche delle offerte pensate per te

Cessione del credito
d’imposta maturato

La soluzione per cedere alla banca il proprio credito vantato nei confronti dell'Agenzia delle Entrate a seguito del completamento dei lavori (o anche a SAL), pagati a tue spese, senza dover attendere il recupero tramite le quote annuali previste dalla normativa di riferimento

PerTe Ecobonus
Finanziamento a SAL + Cessione del credito d’imposta maturato

La soluzione per richiedere in anticipo il supporto finanziario necessario all'esecuzione dei lavori, dall'avvio alla conclusione, da rimborsare in tutto o in parte con la cessione alla banca del credito vantato nei confronti dell’Agenzia delle Entrate

Cessione del credito d’imposta maturato
 

Puoi decidere di pagare a tue spese il fornitore che realizza i lavori sull'edificio o condominio e cedere il credito d’imposta a Intesa Sanpaolo, che a sua volta ti accrediterà la somma prevista dall'agevolazione fiscale per i lavori eseguiti al netto della percentuale prevista dalla banca per l’acquisto del tuo bonus.

 

La soluzione prevede:

  • nessun finanziamento (sei tu a sostenere a tue spese il costo dei lavori per poter ottenere il beneficio fiscale)
  • la cessione credito d’imposta maturato a Intesa Sanpaolo che potrà avvenire a tua scelta:

     -

a Stato Avanzamenti Lavori - SAL (utile in caso di interventi di importo rilevante)

oppure

     -

alla fine dei lavori

  • il pagamento anticipato dell’importo relativo al credito di imposta maturato e riferito alla spesa sostenuta, senza dover attendere le quote di detrazione annuali previste dalla normativa di riferimento

 

Il corrispettivo della cessione sarà pagato entro 5 giorni lavorativi dalla data in cui il credito risulterà nel cassetto fiscale della banca alle seguenti condizioni:

  • un prezzo d’acquisto del credito fiscale fisso e valido per tutti i clienti per le spese sostenute relative al Superbonus fino al 31 dicembre 2021 e per i soli IACP o altri enti aventi le stesse finalità per le spese sostenute fino al 30 giugno 2022

    Intesa Sanpaolo si impegna a mantenere invariato il prezzo di acquisto del tuo credito d’imposta, maturato nelle modalità previste dalla legge.
  • la percentuale di acquisto prevista per la cessione del credito è calcolata sull’aliquota del bonus previsto per i lavori effettuati e varia in base al numero di anni stabiliti dalla normativa fiscale per il recupero fiscale del credito. L’importo liquidato è quindi pari a:

     -

102 euro per ogni 110 euro di credito fiscale acquistato
per gli interventi relativi al Superbonus 110% con recupero in 5 anni (pari al 92,7% del valore nominale del credito d’imposta maturato)

     -

90,91 euro per ogni 100 euro di credito fiscale acquistato
per gli interventi diversi dal Superbonus 110% con recupero in 5 anni (pari al 90,91% del valore nominale del credito di imposta maturato)

     -

80 euro per ogni 100 euro di credito fiscale acquistato
per gli interventi diversi dal Superbonus 110% con recupero in 10 anni (pari all’80% del valore nominale del credito d’imposta maturato)

Di seguito tre esempi di calcolo del controvalore che potrai ricevere:

  • se il costo dei lavori è di 100.000 euro e il credito fiscale è pari al 110% (Superbonus) con recupero fiscale in 5 anni, il controvalore pagato dalla banca è pari a 102.000 euro
  • se il costo dei lavori è di 100.000 euro e il credito fiscale è pari all’80% con recupero fiscale in 5 anni, il controvalore pagato dalla banca è pari a 72.728 euro
  • se il costo dei lavori è di 100.000 euro e il credito fiscale è pari al 80% con recupero fiscale in 10 anni, il controvalore pagato dalla banca è pari a 64.000 euro

PerTe Ecobonus - Finanziamento a SAL + Cessione del credito d’imposta maturato
 

Puoi richiedere un supporto finanziario per poter avviare i lavori sull’edificio o condominio (per il tramite del tuo amministratore) e utilizzare il tuo credito fiscale maturato e ceduto alla Banca per rimborsare in tutto o in parte il finanziamento.


In tal caso non dovrai anticipare a tue spese i soldi per i lavori in quanto la soluzione di finanziamento prevista è quella del finanziamento a SAL (Stato Avanzamenti Lavori) che ti permette di ottenere l'importo previsto per sostenere gli interventi, suddiviso in tranche in corrispondenza degli acconti che dovrai pagare al fornitore che realizza i lavori.

 

La soluzione modulare prevede congiuntamente:

  • un finanziamento a SAL

     -

il finanziamento sarà unico anche nel caso in cui decidi di eseguire, in aggiunta a una delle iniziative "trainanti" (Superbonus 110%), altri interventi delle tipologie che beneficiano di bonus inferiori

     -

ogni qualvolta il fornitore emette la fattura, ottieni l'importo per pagare i lavori

  • la cessione del credito d’imposta a Intesa Sanpaolo, che potrà avvenire a tua scelta:

     -

a Stato Avanzamenti Lavori - SAL (utile in caso di interventi di importo rilevante)

oppure

     -

alla fine dei lavori

  • la chiusura del finanziamento a SAL

     -

prevista a fine lavori e a fronte della cessione del credito d’imposta maturato alla banca. Se la cessione del credito d’imposta maturato non copre l’intero ammontare del finanziamento a SAL o il credito non potrà essere ceduto (ad esempio i lavori sono stati parzialmente eseguiti o non sono stati raggiunti gli obiettivi previsti da progetto), potrai scegliere se mettere in ammortamento la restante parte o estinguere con la tua liquidità il debito residuo

Nel caso di cliente condominio, è necessaria la preventiva autorizzazione dell’assemblea condominiale per procedere con l’attivazione del finanziamento.

 

Accordo con Deloitte per il servizio gratuito di assistenza e supporto alla clientela
 

La Banca ha sottoscritto con Deloitte un accordo in virtù del quale puoi usufruire gratuitamente del supporto fornito dalle società del loro Network, che ti accompagna in tutte le fasi del progetto con un tutoring specialistico dedicato, disponibile per ogni intervento ammissibile alle agevolazioni Superbonus 110%, Ecobonus ed altri bonus fiscali "edilizi". La soluzione prevede:

  • un ausilio per individuare la documentazione da produrre in ciascuna fase dei lavori
  • un controllo progressivo dal punto di vista fiscale della documentazione, per garantire il costante rispetto della regolamentazione vigente
  • il rilascio, ove previsto, del "visto di conformità" che certifica il rispetto di tutte le attività amministrative richieste dalla normativa
  • il trasferimento del credito d’imposta maturato dal tuo cassetto fiscale a quello di Intesa Sanpaolo

Perché scegliere le soluzioni offerte da Intesa Sanpaolo?

Di seguito alcuni scenari che possono aiutarti a valutare l’opportunità di cedere il tuo credito alla banca.
Il tuo Gestore è come sempre a disposizione per valutare anche casistiche diverse:

Scenario

Ho intenzione di sostituire la caldaia della mia casa e beneficiare del Superbonus 110%. La spesa preventivata è pari a 20.000 euro e rientra nel tetto massimo di
30.000 euro previsto dalla legge.


L'azienda che esegue i lavori non acconsente di effettuare lo sconto in fattura e al momento non ho la necessaria liquidità per affrontarli a mie spese.


Vorrei comunque cogliere questa opportunità anche rinunciando a parte del bonus in più previsto dal Superbonus.

 Opportunità

Con l’opzione Finanziamento a SAL + Cessione del credito di imposta maturato:

  • ottieni la necessaria liquidità per avviare e portare a temine i lavori
  • chiudi totalmente il tuo finanziamento con la cessione alla banca del tuo credito fiscale maturato

Con la cessione del credito di imposta, la banca ti riconosce 102 euro per ogni 110 euro di credito fiscale maturato, ossia 20.400 euro

Scenario

Vorrei rendere antisismica la mia abitazione per beneficiare del Superbonus 110% e ho la liquidità necessaria per pagare gli interventi preventivati pari a 96.000 euro (l’importo corrisponde al tetto massimo di 96.000 euro previsto dalla legge).


Sono però un libero professionista e per gli anni futuri potrei non avere sufficiente imposta lorda per recuperare la quota annuale di detrazione prevista dalla normativa fiscale.


Potrei quindi perdere una parte significativa del mio bonus.

 Opportunità

Con l’opzione Sola Cessione del credito di imposta:

  • cedi alla banca il tuo credito fiscale maturato (a SAL o a fine lavori)
  • sai subito l’importo che ti sarà liquidato a fronte della cessione alla banca del tuo credito fiscale
  • non devi attendere i 5 anni previsti per la ripartizione annuale delle detrazioni nella dichiarazione dei redditi

Con la cessione del credito la banca ti riconosce 102 euro ogni 110 euro di credito fiscale acquistato, ossia
97.920 euro

Scenario

Abbiamo intenzione di sostituire gli infissi e beneficiare dell’ecobonus 50% e abbiamo la liquidità necessaria
per pagare gli interventi preventivati, pari a 10.000 euro (l’intervento rientra nel tetto massimo previsto
dalla legge
).

 

Siamo però una famiglia e abbiamo in previsione ulteriori spese per la recente nascita del nostro bambino.

 

Vorremmo beneficiare subito della liquidità derivante dalla detrazione fiscale prevista dalla normativa di riferimento.

 Opportunità

Con l’opzione sola Cessione del credito:

  • cedi alla banca il tuo credito fiscale maturato (a SAL o a fine lavori)
  • sai subito l’importo che ti sarà liquidato a fronte della cessione alla banca del tuo credito fiscale
  • non devi attendere i 10 anni previsti per la ripartizione annuale delle detrazioni nella dichiarazione dei redditi

Con la cessione del credito la banca ti riconosce 80 euro ogni 100 euro di credito fiscale acquistato, ossia
4.000 euro

Cosa devo fare?

Per maggiori dettagli contatta il tuo Gestore o la Filiale a te più comoda.
La documentazione da consegnare in filiale per richiedere la Cessione del Credito d’Imposta e l’eventuale finanziamento per interventi coperti da Superbonus, Ecobonus e altri bonus fiscali "edilizi", varia in base alla fase dell’intervento e alla tipologia di detrazione.

Scarica i documenti da consegnare per la Cessione del Credito

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale
Per le condizioni contrattuali dei finanziamenti citati consulta i Fogli Informativi disponibili nelle filiali e sul sito internet di Intesa Sanpaolo.
La concessione dei finanziamenti è soggetta alla valutazione della Banca.
La fruizione del servizio a supporto della clientela per la raccolta/verifica/certificazione della documentazione per richiedere la Cessione del Credito d’imposta prestato dalle società del network Deloitte è facoltativo, non vincolante rispetto all’eventuale concessione del credito ed è fornito direttamente dalle società del network Deloitte (Studio Tributario e Societario – Deloitte Società tra Professionisti Srl e Deloitte Consulting Srl). A tale rapporto, che si perfeziona direttamente tra la menzionata società ed il cliente interessato, la Banca è del tutto estranea ed è quindi esclusa ogni sua responsabilità per le attività svolte dalle società del network Deloitte.