Vai al contenuto principale

Mutui

Quanto tempo passa dalla richiesta del mutuo alla sua erogazione? Quali documenti mi servono per richiedere il mutuo? Posso utilizzare il simulatore che trovo sul sito della mia banca online anche per la surroga? Per sottoscrivere un mutuo devo avere per forza un conto Intesa Sanpaolo? Vorrei comprare una casa in Sardegna, ma vivo in un’altra Regione. Posso richiedere il mutuo nella mia città o devo recarmi nel luogo in cui si trova l’immobile? Devo necessariamente associare una polizza al mutuo? Posso associare una polizza a qualsiasi mutuo? Quando è previsto, l’importo massimo del mutuo è calcolato in percentuale rispetto al valore commerciale dell’immobile o al valore della perizia? Se richiedo un mutuo a gennaio e mi viene erogato a febbraio, quale tasso mi viene applicato? Se ci ripenso e decido di interrompere una richiesta di mutuo, devo sostenere delle spese? Posso richiedere un mutuo per pagare il 100% del valore dell’immobile? Qual è l’importo minimo che posso richiedere per il mutuo? Posso richiedere un mutuo cointestato? Qual è la durata massima di un mutuo? Sono previsti limiti di età per richiedere il mutuo? Una volta sottoscritto il mutuo, come posso controllare il piano di rimborso? Ho richiesto un mutuo ma mi è stato rifiutato. Posso saperne il motivo? Come posso pagare le rate del mutuo? Ho una rata in scadenza ma non ho ancora ricevuto il bollettino MAV. Cosa devo fare? Posso sospendere il mio mutuo? Posso sospendere temporaneamente anche uno o più rate del mutuo? Se perdo il lavoro e non riesco più a pagare le rate del mutuo cosa succede? Posso estinguere il mutuo parzialmente o totalmente? Posso richiedere la surroga del mutuo che ho richiesto in un’altra banca? Posso rinegoziare le condizioni del mio mutuo? Devo fare la dichiarazione dei redditi: come faccio a ricevere il documento che attesta gli interessi che ho pagato finora? Se entro il mese di aprile non ricevo il documento che attesta gli interessi del mutuo pagati cosa devo fare? Cos’è la “quietanza di pagamento”? Ho finito di pagare tutte le rate del mutuo. Cosa devo fare per cancellare l’ipoteca?
Quanto tempo passa dalla richiesta del mutuo alla sua erogazione?

I tempi per ottenere il mutuo, a partire dalla presentazione della documentazione fino all’effettiva erogazione della somma sul tuo conto, variano di solito dai 30 ai 60 giorni.

Quali documenti mi servono per richiedere il mutuo?

E’ necessario che tu abbia le ultime tre buste paga (gli ultimi due modelli unici per lavoratori autonomi), l’ultimo CUD/730 (Certificazione unica), un documento d’identità valido e il codice fiscale. In alcuni casi, potremmo anche richiederti documenti aggiuntivi, utili per valutare in modo accurato la tua richiesta.

Posso utilizzare il simulatore che trovo sul sito della mia banca online anche per la surroga?

No, per simulare un mutuo con finalità di surroga devi rivolgerti direttamente in filiale o parlare con la filiale online. L’operazione di surroga, infatti, è esente da spese di istruttoria, imposta sostitutiva e perizia, che sono invece conteggiate dal simulatore online. Per ottimizzare i tempi, ti consigliamo di portare in filiale il contratto del mutuo che stai rimborsando e gli altri documenti necessari: le ultime tre buste paga, l’ultimo CUD/730 (Certificazione unica), un documento d’identità valido e il codice fiscale.

Per sottoscrivere un mutuo devo avere per forza un conto Intesa Sanpaolo?

No, per l’erogazione e il rimborso del mutuo non è obbligatoria l’apertura di un conto con Intesa Sanpaolo. Per tua comodità, se ritieni, puoi aprire un conto Intesa Sanpaolo nel momento in cui richiedi il finanziamento.

Vorrei comprare una casa in Sardegna, ma vivo in un’altra Regione. Posso richiedere il mutuo nella mia città o devo recarmi nel luogo in cui si trova l’immobile?

Puoi fare una richiesta di mutuo in qualsiasi filiale Intesa Sanpaolo, anche se si trova in un posto diverso da quello dell’immobile che desideri acquistare.

Devo necessariamente associare una polizza al mutuo?

L’unica polizza obbligatoria, a garanzia del mutuo, è quella che ti tutela dall’incendio-scoppio dell’immobile. Puoi scegliere di sottoscrivere la polizza con Intesa Sanpaolo oppure con un’altra compagnia di assicurazione (iscritta all'Albo delle Imprese di Assicurazione e Riassicurazione tenuto dall'IVASS e autorizzata all'esercizio dell'attività assicurativa nel ramo 8 "incendio ed elementi naturali"), purché la polizza stessa rispetti alcuni requisiti minimi. Sei inoltre libero di scegliere altre polizze facoltative, come per esempio Polizza ProteggiMutuo, che non servono a ottenere il mutuo alle condizioni proposte.

Posso associare una polizza a qualsiasi mutuo?

Sì, la puoi associare sia ai mutui di nuova erogazione sia ai mutui che stai rimborsando.

Quando è previsto, l’importo massimo del mutuo è calcolato in percentuale rispetto al valore commerciale dell’immobile o al valore della perizia?

L’importo massimo del mutuo è calcolato in percentuale sulla cifra più bassa tra il prezzo di acquisto (indicato nel preliminare di vendita, noto anche come compromesso, o nella proposta di acquisto accettata dal venditore) e il valore di mercato dell’immobile determinato dalla perizia. In alcuni casi, è previsto comunque un importo massimo richiedibile, a prescindere dal calcolo percentuale.

Se richiedo un mutuo a gennaio e mi viene erogato a febbraio, quale tasso mi viene applicato?

Generalmente il tasso applicato è quello vigente all’atto della stipula. Quindi, se richiedi un mutuo a gennaio e ti viene erogato a febbraio, il tasso applicato è quello di febbraio.

Se ci ripenso e decido di interrompere una richiesta di mutuo, devo sostenere delle spese?

Sì, sono previste spese pari allo 0,2% dell’importo richiesto, con un minimo di 51,00 euro e un massimo di 154,00 euro. Inoltre, dovrai sostenere i costi della perizia, se è già stata eseguita dal perito.
Non dovrai sostenere alcuna spesa solo nel caso di richieste di mutuo con finalità di surroga.

Posso richiedere un mutuo per pagare il 100% del valore dell’immobile?

Sì, ma solo se hai un’età inferiore ai 35 anni al momento della stipula e se stai acquistando una prima casa.

Qual è l’importo minimo che posso richiedere per il mutuo?

Quando richiedi un mutuo, l’importo non può essere inferiore a 30.000 euro, tranne nel caso di mutuo con finalità di surroga, per il quale l’importo minimo è pari a 50.000 euro.

Posso richiedere un mutuo cointestato?

Sì, puoi richiedere un mutuo intestato solo a te oppure cointestato con una o più persone.

Qual è la durata massima di un mutuo?

Generalmente è di 30 anni, sia per le soluzioni a tasso fisso sia per quelle a tasso variabile. Se hai meno di 35 anni, sono disponibili anche le durate di 35 anni e 40 anni (solo per acquisto prima casa e tasso fisso).

Sono previsti limiti di età per richiedere il mutuo?

Sì, per richiedere un mutuo devi avere almeno 18 anni. In alcuni casi è previsto che il richiedente non possa avere più di 75 anni (76 non compiuti) alla scadenza del mutuo. In base all’età del richiedente e alle esigenze, valuteremo insieme la durata e le caratteristiche del mutuo più adeguate.

Una volta sottoscritto il mutuo, come posso controllare il piano di rimborso?

Dipende dal tipo di mutuo che hai scelto:
• mutuo a tasso variabile: non esiste un piano di rimborso, perché la rata può variare di mese in mese in base all’andamento del parametro utilizzato per definire il tasso di interesse applicato (es. Euribor, Eurirs, ecc.); puoi controllare l’importo della rata sul documento di avviso scadenza rata o quietanza di pagamento
• mutuo a tasso fisso: puoi utilizzare il piano di rimborso allegato al contratto, richiedere il piano di rimborso alla banca oppure consultare il documento riepilogativo che ti inviamo a fine anno
 

Ho richiesto un mutuo ma mi è stato rifiutato. Posso saperne il motivo?

Puoi richiedere tutte le spiegazioni che desideri sul motivo del rifiuto al gestore che ti ha seguito nell’avvio della pratica. Il gestore ti fornirà un’apposita informativa per il mancato accoglimento della richiesta del finanziamento.

Come posso pagare le rate del mutuo?

Puoi scegliere di addebitare comodamente le rate sul tuo conto, anche non di Intesa Sanpaolo, o di pagarle con un MAV

Ho una rata in scadenza ma non ho ancora ricevuto il bollettino MAV. Cosa devo fare?

Ti consigliamo di andare a pagare la rata in una qualsiasi filiale della banca: ti basta comunicare il numero di finanziamento. La mancata ricezione del bollettino MAV, infatti, non giustifica in alcun modo il mancato pagamento della rata.

Posso sospendere il mio mutuo?

Sì, se hai acquistato questa opzione al momento della sottoscrizione del contratto, lo puoi sospendere se sono passati almeno 24 mesi dall’inizio del rimborso e se tutti i pagamenti delle rate sono regolari al momento della richiesta di sospensione. In ogni caso, se sei in difficoltà nel rimborso dei pagamenti, Parla con noi.

Posso sospendere temporaneamente anche uno o più rate del mutuo?

Sì, se hai acquistato questa opzione al momento della sottoscrizione del contratto, puoi sospendere il pagamento per un massimo di 6 rate consecutive e per non più di 3 volte nel corso della durata del mutuo. Dopo una sospensione, prima di poter sospendere di nuovo il pagamento devi aver pagato almeno 6 rate.

Se perdo il lavoro e non riesco più a pagare le rate del mutuo cosa succede?

Per cautelarti contro la perdita del posto di lavoro per licenziamento o messa in mobilità, puoi sottoscrivere la garanzia componente Lavoro della Polizza ProteggiMutuo (per i mutui di nuova erogazione e per quelli erogati da meno di 24 mesi). La polizza ti garantisce il rimborso di 9 rate mensili, per un massimo di 4.000 euro al mese e con un limite di 24 rate per l’intera durata del contratto. Puoi richiedere la garanzia Lavoro solo se, al momento della sottoscrizione, sei un lavoratore dipendente privato.

Posso estinguere il mutuo parzialmente o totalmente?

Sì, puoi estinguere anticipatamente in tutto o in parte il mutuo senza dover pagare alcuna penale, compenso od onere aggiuntivo. Se desideri estinguere parzialmente o totalmente il tuo mutuo Parla con noi e prendi appuntamento in filiale.

Posso richiedere la surroga del mutuo che ho richiesto in un’altra banca?

Sì, se hai un mutuo attivo in un’altra banca da almeno 12 mesi e con pagamenti regolari, Parla con noi: siamo a disposizione per fornirti i chiarimenti che desideri e verificare insieme la tua richiesta. Nel caso in cui la tua richiesta sia accettata, non dovrai sostenere alcun costo (perizia, istruttoria, ecc.).

Posso rinegoziare le condizioni del mio mutuo?

Sì, per modificare il tasso del mutuo Parla con noi e prendi appuntamento in filiale. Valuteremo insieme le condizioni applicate al tuo mutuo per capire se per te è conveniente modificare il tasso del mutuo (da variabile a fisso o viceversa) e allungare la durata del finanziamento.

Devo fare la dichiarazione dei redditi: come faccio a ricevere il documento che attesta gli interessi che ho pagato finora?

Ogni anno (di norma tra marzo e aprile) ti inviamo, in tempo utile per la presentazione della dichiarazione dei redditi, il documento che attesta gli interessi del mutuo che hai pagato. Nel documento, utile per la deducibilità fiscale, trovi le informazioni sull’ammontare del finanziamento, il tipo di mutuo che hai scelto, la data di stipula, il dettaglio degli interessi passivi che hai pagato nell'anno e il capitale residuo al 31 dicembre.

Se entro il mese di aprile non ricevo il documento che attesta gli interessi del mutuo pagati cosa devo fare?

Se non lo ricevi, Parla con noi: siamo a disposizione per inviarti il duplicato del documento. Se non hai un conto Intesa Sanpaolo, invece, puoi richiederlo a una qualsiasi filiale della banca che ti ha erogato il mutuo.

Cos’è la “quietanza di pagamento”?

È’ il documento con il quale la banca certifica di aver ricevuto il pagamento della rata, esonerandoti da qualsiasi ulteriore richiesta. Nel documento è riepilogata la quota interessi, la quota capitale e il tasso applicato al tuo finanziamento. È’ disponibile sia in formato cartaceo sia digitale. In quest’ultimo caso, trovi il documento nella sezione ARCHIVIO del sito della tua banca online entro 10-15 giorni dopo il pagamento della rata.

Ho finito di pagare tutte le rate del mutuo. Cosa devo fare per cancellare l’ipoteca?

Una volta estinto il mutuo, ci occupiamo noi di richiedere all’Agenzia del Territorio la cancellazione dell’ipoteca. Una volta inoltrata la richiesta di cancellazione all'Agenzia del Territorio, ti inviamo una lettera di conferma dell'estinzione del mutuo e dell’avvenuta comunicazione alla Conservatoria di cancellazione ipotecaria.

Hai bisogno di aiuto su
Domande frequenti?