Vai al contenuto principale

Università, master e stage

Stai per affrontare il mondo dell’università? Orientati tra le numerose facoltà per scegliere quella più adatta a te. Scopri come muoverti tra iscrizioni e scadenze, e inizia ad affacciarti sul mondo del lavoro: iniziando da uno stage.

Decidere cosa fare del proprio futuro può sembrare impegnativo. È come avere davanti a sé un foglio bianco da riempire: se da un lato è emozionante avere campo libero per realizzare i propri sogni, dall’altro può affiorare qualche timore sulla scelta fatta. Ecco una mini guida per aiutarti a muoverti al meglio nel mondo dell’università.

 

Nel nostro Paese possono iscriversi a un corso di laurea coloro che possiedono un diploma di scuola secondaria superiore di durata quinquennale o un titolo di studio conseguito all’estero e ritenuto idoneo ai sensi della legge italiana. Nel caso in cui tu abbia conseguito un diploma di durata quadriennale, dovrai adempiere a obblighi formativi secondo quando previsto dall’ateneo prescelto.

Fai e fatti le domande giuste

Il primo passo da compiere, anche se spesso è quello più sottovalutato, è scegliere la facoltà più adatta a te. Puoi iniziare ponendoti delle domande semplici ma molto importanti su quali siano i tuoi obiettivi professionali, le tue attitudini, lo stile di vita che senti come più funzionale per te. Se hai modo di parlare con adulti che svolgono già la professione ‘dei tuoi sogni’ non lasciarti scappare questa opportunità: il mondo del lavoro può essere molto diverso da come te lo aspetti.


Un’altra occasione da cogliere per chiarirti le idee è partecipare agli Open day organizzàti dalle università: vai in ateneo, visitalo, chiedi informazioni, consulta libri e dispense in dotazione per il primo anno di corso così da capire se ci sono troppe materie problematiche o se credi che potresti studiare con facilità. Se vuoi avere un supporto professionale per fugare gli ultimi dubbi, puoi svolgere uno dei numerosi test di orientamento in vendita o considerare di rivolgerti a uno sportello di counseling.
 

Preparati in funzione del tipo di corso

Quando hai scelto la tua facoltà, fai il punto sul tipo di corso: può essere a numero aperto (il numero di iscrizioni è a discrezione del singolo ateneo), a numero chiuso (con un test di accesso programmato dai singoli atenei), ad accesso programmato a livello nazionale (Medicina e Chirurgia, Medicina Veterinaria, Medicina e Chirurgia in lingua inglese, Professioni Sanitarie, Architettura, Odontoiatria e Scienze della Formazione).

  • Se hai deciso di frequentare un corso ad accesso programmato devi sapere quali sono le date utili per i test di accesso, informazioni che puoi reperire facilmente sul sito dell’università. Non solo, ricordati di decidere a quale altra facoltà potresti iscriverti: si tratta di un utile piano B a cui potrai metter mano se non dovessi superare i test di ingresso. I vantaggi? Ridurrai lo stress di nuove impegnative decisioni da dover prendere e quella fastidiosa sensazione di ‘aver fallito’. La nuova facoltà sarà infatti frutto di una tua scelta personale.
  • Se hai scelto un corso ad accesso programmato a livello nazionale, informati con adeguato anticipo sulla data del test di ammissione, così da iniziare a studiare per tempo. Puoi trovare tutte le informazioni aggiornate sul sito del MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca): www.accessoprogrammato.miur.it

 

Considera in anticipo l’importanza di master e corsi

Un altro aspetto molto importante da considerare è approfondire in anticipo a quali master, dottorati, corsi di professionalizzazione e perfezionamento danno accesso le facoltà che stai considerando. Per dare il massimo nel conquistare i traguardi che vorresti raggiungere nel tuo futuro professionale è saggio pianificare il più possibile i passi da compiere.

 

Svolgere un master dopo la laurea aumenterà le possibilità di trovare lavoro poiché avrai modo di iniziare a dimostrare le tue capacità (i master sono corsi equivalenti a 60 crediti universitari comprensivi di tirocini e stage) e spesso sono le stesse aziende a inserire come condizione in fase di selezione del personale la presenza di specializzazioni.

 

Tempo e denaro non devono fermarti: il master è senz’altro un passaggio qualificante del tuo percorso di formazione e oggi esistono diverse possibilità per finanziare il tuo percorso di studi, anche se non puoi contare su un piccolo patrimonio già accumulato o sulle risorse messe a disposizione da genitori e familiari.

Pianifica per tempo l’iscrizione

Quando iscriversi all’università? Le scadenze per fare l’immatricolazione variano a seconda dei singoli atenei anche se, in generale, le facoltà ad accesso libero hanno finestre più lunghe (indicativamente è possibile iscriversi dalla fine di settembre all’inizio di novembre). È buona norma informarsi in anticipo su queste date per non rischiare di perdere troppo tempo.

Conosci i documenti da presentare

Per quanto riguarda i documenti da compilare in fase di iscrizione, la maggior parte di questi è scaricabile direttamente dal sito dell’università ed è comunque possibile chiederli direttamente alle segreterie studenti.

 

Ricorda di compilare con attenzione il modulo per l’autocertificazione del reddito ISEE, necessario per calcolare la rata universitaria e per ottenere la riduzione delle tasse sulla base del reddito dichiarato. Oltre a questi ve ne sono alcuni che dovrai invece consegnare tu, come ad esempio il diploma.

Chiedi supporto per i futuri stage

Infine, ricorda che tutte le università raccolgono le offerte di stage provenienti dalle aziende e raccolgono le candidature di studenti interessati a svolgere questo tipo di esperienza, svolgendo le pratiche amministrative necessarie per l’attivazione di questi percorsi.

Hai bisogno di aiuto su
Università, master e stage?