Vai al contenuto principale

Fondo di Garanzia per le PMI

Termina la validità delle misure emergenziali

 

Il 30 giugno 2022 sono terminate le misure emergenziali ai sensi del Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia per la pandemia Covid-19. Le misure attivabili oltre tale data per i finanziamenti in essere fino a 30.000 euro garantiti dal Fondo.

Le misure emergenziali ai sensi del Quadro temporaneo per la pandemia Covid-19, in deroga alla disciplina ordinaria del Fondo di Garanzia per le PMI ex Legge 662/96, così come previste dal DL Liquidità e successive modifiche, sono terminate il 30 giugno 2022.

Per i finanziamenti fino a 30.000 euro in essere, garantiti dal Fondo di Garanzia ai sensi dell'art.13, comma 1, lettera m) del DL Liquidità, alcune misure possono essere richieste anche dopo il 30 giugno 2022, come previsto dalla Circolare 4/2022 di Mediocredito Centrale (MCC), gestore del Fondo.

Se hai già un finanziamento erogato fino a 30.000 euro garantito dal Fondo, anche dopo il 30 giugno 2022 puoi richiedere:

Estensione durata

Fino a 180 mesi se hai già un finanziamento con garanzia al 100% fino a 30.000 euro con durata inferiore a 180 mesi

Slittamento inizio rimborso
quota capitale

Per un periodo non superiore ai 6 mesi, se il preammortamento termina nel 2022. Resta invariato il limite massimo di durata del finanziamento pari a 180 mesi previsto dalla normativa.

Tali richieste sono soggette alla valutazione e all'approvazione della banca.

Come posso richiedere di estendere la durata?

Se hai già un finanziamento fino a 30.000 euro, erogato con garanzia al 100% del Fondo, e ti serve più tempo, puoi estendere la sua durata fino a 180 mesi: contatta il tuo gestore di riferimento per fissare un appuntamento in filiale e porta con te l'originale firmato della Proposta contrattuale del finanziamento originario che hai sottoscritto.

Come posso richiedere lo slittamento del termine iniziale di rimborso del capitale previsto dalla Legge Milleproroghe
del 25 febbraio 2022?

Se hai un finanziamento fino a 30.000 euro con garanzia del Fondo ai sensi dell'art.13, comma 1, lettera m) del DL Liquidità e preammortamento in scadenza nel 2022, puoi chiedere un massimo di ulteriori 6 mesi di preammortamento, come previsto dalla legge del 25 febbraio 2022 n. 15 (Legge Milleproroghe). Resta invariato il limite massimo di durata del finanziamento pari a 180 mesi previsto dalla normativa.

Se il tuo finanziamento ha già una durata massima di 180 mesi, le quote di ammortamento si ridurranno e aumenterà di conseguenza l'importo di ogni rata di ammortamento. Contatta il tuo gestore di riferimento per fissare un appuntamento in filiale e avere tutte le informazioni necessarie per avviare la richiesta.

Se il tuo finanziamento ha una durata inferiore ai 180 mesi, puoi scegliere di:

  • lasciare invariata la durata complessiva e richiedere solo l'aumento del preammortamento per un massimo di ulteriori 6 mesi, con riduzione del numero delle rate di ammortamento e conseguente aumento dell'importo di ogni rata di ammortamento

oppure

  • richiedere di estendere la durata complessiva del finanziamento (fino a un massimo di 180 mesi) aumentando sia il numero delle rate di preammortamento, fino ad un massimo di 6 mesi, sia quelle di ammortamento

La concessione dello slittamento del termine iniziale è subordinata alla valutazione e all'approvazione della banca.
Durante i mesi aggiuntivi di preammortamento che hai richiesto, gli interessi maturati sono calcolati al tasso contrattuale applicato al finanziamento stesso. In qualsiasi momento puoi decidere di rinunciare ai mesi aggiuntivi di preammortamento, sottoscrivendo uno specifico modulo che puoi richiedere al tuo gestore.

 

 

Se hai necessità di maggiori dettagli sulle caratteristiche delle misure previste dalla Circolare 4/2022 di Mediocredito Centrale (MCC), contatta il tuo gestore o la filiale più vicina.