Vai al contenuto principale

Offerta Superbonus 110%, Ecobonus e altri bonus fiscali "edilizi" per Aziende

Intesa Sanpaolo ti supporta nell'esecuzione degli interventi di riqualificazione collegati alle agevolazioni previste in tema di Superbonus 110%, Ecobonus e altri bonus fiscali "edilizi".

Comunicazione importante in merito all'inserimento delle richieste

Servizio Intesa Sanpaolo

Presenta i documenti
per la cessione del credito

Servizio Deloitte

Presenta i documenti
per la cessione del credito

Vai al processo dedicato

Sei un installatore che opera per conto di Fornitori convenzionati con la banca?

Intesa Sanpaolo ha sviluppato due soluzioni che puoi modulare per cedere alla banca i crediti fiscali generati da lavori di ristrutturazione e di riqualificazione che beneficiano delle agevolazioni fiscali previste dal Superbonus, Ecobonus e altri bonus fiscali "edilizi". E in più ti possiamo fornire, se richiesta, la necessaria liquidità
per accettare tutte le opportunità di lavoro.

 

Le soluzioni proposte:

Cessione dei crediti
d'imposta

Per ricevere liquidità, a seguito del completamento
dei lavori e del passaggio del credito nel cassetto fiscale della banca

Anticipo contratti e cessione
dei crediti d'imposta

Le somme che ti servono per avviare e completare gli interventi in base all'avanzamento del progetto

Chi può usufruire dell'offerta?

Per richiedere la Cessione del credito di imposta, alla data di sottoscrizione del contratto devi essere titolare di un conto corrente Intesa Sanpaolo da almeno 30 giorni e cedere crediti d’importo superiore a 15.000 euro.

 

Sono diverse le categorie che possono usufruire dell'offerta di Intesa Sanpaolo, anche se non ancora clienti, come le aziende che hanno accettato di eseguire lavori applicando lo "sconto in fattura" o che hanno maturato direttamente la detrazione fiscale operando in qualità di Committenti dei lavori di ristrutturazione o riqualificazione.

Scarica l'elenco completo di chi può usufruirne

Posso inoltrare in autonomia alla banca i documenti necessari alla richiesta della Cessione del credito?

Sì certo, per verificare il rispetto dei requisiti e la documentazione necessaria puoi scegliere se utilizzare il Servizio offerto da Intesa Sanpaolo oppure quello di Deloitte che può supportarti anche nella richiesta del trasferimento alla banca del
credito d’imposta maturato
.

Verificata la possibilità di usufruire dei benefici fiscali, puoi contattare il tuo gestore per sottoscrivere il contratto di cessione del credito d’imposta.

Se al momento di caricare i documenti sui Portali non risulti titolare di un conto corrente presso Intesa Sanpaolo da almeno 30 giorni, un’email ti avviserà che non hai i requisiti per accedere all’offerta Superbonus, Ecobonus e altri
bonus fiscali "edilizi".

Servizio Intesa Sanpaolo

Puoi caricare tutti i documenti su
un portale dedicato.

Per trasferire sulla piattaforma dell’Agenzia delle entrate il credito d’imposta maturato dal tuo cassetto fiscale a quello della banca puoi affidarti al tuo consulente fiscale (ad esempio il tuo commercialista) o procedere in autonomia.

Servizio Deloitte

La società Deloitte, con il suo network, ti accompagna in tutte le fasi del progetto, con un tutoring specialistico dedicato.

La soluzione prevede anche il trasferimento del credito d’imposta maturato dal tuo cassetto fiscale a quello della banca da parte di Deloitte. Puoi comunque scegliere anche di trasferire il credito d’imposta in autonomia o avvalerti del tuo professionista di fiducia.

 Comunicazione importante in merito all'inserimento delle richieste

È importante considerare che l’inserimento della richiesta di analisi documentale tramite apertura di una pratica nei portali (Servizio Intesa Sanpaolo, Servizio Deloitte) o l’avvio della verifica documentale o il ricevimento delle relative attestazioni da parte del fiscalista incaricato non comportano, nemmeno in via implicita, il successivo certo acquisto dei crediti da parte della nostra banca.

La banca si riserva di accettare il credito a condizione che tutti i documenti presentati siano esaustivi e conformi alla Normativa prevista.

Sono un installatore che opera per conto di Fornitori convenzionati con Intesa Sanpaolo

Se fai parte di una rete di installatori che opera per conto di Fornitori convenzionati con Intesa Sanpaolo, puoi usufruire di un processo dedicato per cedere alla banca i crediti d’imposta maturati dall’applicazione dello sconto in fattura
nel corso dei tuoi interventi.

 

Inoltre, non si applicano le limitazioni precedentemente indicate, relative all’importo minimo del credito da cedere e alla titolarità di un conto corrente presso la banca.

Quali sono i punti di forza?

Con la flessibilità dell’offerta Intesa Sanpaolo, quando decidi di avviare l’esecuzione dei lavori preventivati, in linea con il contesto normativo:

Con la Cessione
del credito d'imposta

Cedi alla banca il credito fiscale maturato a seguito del completamento dei lavori, non devi attendere il recupero delle tue detrazioni fiscali tramite le quote annuali previste dalla normativa e sai subito quanto ti sarà liquidato

Con l'Anticipo Contratti e
cessione dei crediti d'imposta

Richiedi in anticipo le somme necessarie e hai tutto il supporto finanziario che ti serve per affrontare con serenità l’esecuzione dei lavori, dalle fasi di avvio alla loro conclusione, da rimborsare in tutto o in parte con la cessione alla banca del credito fiscale maturato

Per usufruire delle agevolazioni fiscali e quindi cedere alla banca il credito d’imposta maturato, è necessario completare le attività amministrative previste dalla legge per le diverse tipologie di intervento.

Cessione del credito d'imposta

  • In caso di cessione del credito d’imposta già sorto (riferito a interventi iniziati o eseguiti), è applicato il prezzo d’acquisto in essere al momento della sottoscrizione del contratto di cessione, riportato nel Foglio Informativo dedicato.
  • In caso di cessione condizionata del credito d’imposta (il credito è stimato in quanto gli interventi sono stati ipotizzati, ma non ancora avviati) il contratto è efficace solo se le condizioni sospensive pattuite si avverano entro 31 dicembre 2023, fermo restando il rispetto dei termini di legge previsti per poter usufruire degli specifici bonus fiscali. Il prezzo di cessione è applicato a tutti i crediti ceduti, a patto che si siano verificate le condizioni sospensive previste nel contratto e fermo restando il rispetto dei termini di legge previsti per poter usufruire degli specifici bonus fiscali.

Scopri qui le caratteristiche del corrispettivo per l'acquisto del credito d'imposta 

Anticipo contratti + Cessione del credito d'imposta

 

Per assicurarti la liquidità necessaria fin dall’avvio dei lavori, puoi richiedere un finanziamento e utilizzare il credito fiscale generato dallo "sconto in fattura" per estinguerlo in tutto o in parte. La soluzione prevede:

  • attivazione di una linea di credito Anticipo Contratti
  • utilizzo della linea di credito, con un anticipo massimo pari al 50% del valore del contratto di appalto
  • impegno dell’impresa a cedere alla banca i crediti fiscali maturati, anche a SAL
  • estinzione in tutto o in parte dell’anticipo, prevista a fine lavori e a seguito della cessione del credito di imposta alla banca

 

Per accedere all’offerta e avviare l’istruttoria dell’anticipo contratti, contatta la filiale di riferimento dopo aver effettuato il caricamento dei documenti in piattaforma Intesa Sanpaolo o Deloitte per verificare la cedibilità del credito d’imposta.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale
Per le condizioni contrattuali dei finanziamenti citati consulta i Fogli Informativi disponibili nelle filiali e sul sito internet di Intesa Sanpaolo.
La concessione dei finanziamenti è soggetta alla valutazione della Banca.
La fruizione del servizio a supporto della clientela per la raccolta/verifica/certificazione della documentazione per richiedere la Cessione del Credito d’imposta prestato dalle società del network Deloitte è facoltativo, non vincolante rispetto all’eventuale concessione del credito ed è fornito direttamente dalle società del network Deloitte (Studio Tributario e Societario – Deloitte Società tra Professionisti Srl e Deloitte Consulting Srl). A tale rapporto, che si perfeziona direttamente tra la menzionata società ed il cliente interessato, la Banca è del tutto estranea ed è quindi esclusa ogni sua responsabilità per le attività svolte dalle società del network Deloitte.